Wesak

Il Wesak è una festa di origine buddista, ma che appartiene a tutta l'umanità.

Si dice che Siddhartha Gautama, il Buddha, quando stava per raggiungere il Nirvana (Paradiso) si voltò e vide l'umanità immersa nella sofferenza, nel dolore e nell'ignoranza. Sentì in quel momento una profonda compassione per il genere umano e, quindi, promesse di scendere a terra una volta l'anno per benedire tutti gli esseri.

Nel 1919, il maestro Djwal Kool, il Tibetano, ha annunciato a Alice Bailey che il Wesak dovrebbe essere celebrato da tutta l'umanità e che questo giorno sarebbe l'incontro del Signore Buddha, il Cristo e tutti i maestri della Grande Fratellanza Bianca.


Da allora, la preghiera principale del Wesak è la Grande Invocazione. Riceviamo durante il Wesak benedizioni da questi Esseri Illuminati, che inviano luce e amore perché tutti possano raggiungere l'Illuminazione. 

La Grande Invocazione

Dal punto di Luce entro la Mente di Dio
Affluisca luce nelle menti degli uomini.
Scenda Luce sulla Terra.

Dal punto di Amore entro il Cuore di Dio
Affluisca amore nei cuori degli uomini.
Possa Cristo tornare sulla Terra.

Dal centro ove il Volere di Dio è conosciuto
Il proposito guidi i piccoli voleri degli uomini;
Il proposito che i Maestri conoscono e servono.

Dal centro che vien detto il genere umano
Si svolga il Piano di Amore e di Luce.
E possa sbarrare la porta dietro cui il male risiede.

Che Luce, Amore e Potere ristabiliscano il Piano sulla Terra.


Testo di Ana Maria Nardini